Home Email Scroll Top
cosa vedere crno jezero montenegro

Cosa vedere al Crno Jezero, il lago nero del Montenegro

Il Montenegro è un Paese balcanico in cui la natura è la protagonista indiscussa.

Il suo paesaggio impervio e selvaggio fa da sfondo a spiagge che contornano un mare cristallino e le montagne accompagnano sport ed escursioni più che gradevoli da praticare anche col freddo.

La possibilità di poter organizzare un viaggio sia nella stagione estiva che in quella invernale, grazie appunto alla diversità delle attrazioni che questo Paese offre, e ai costi ancora contenuti, fa del Montenegro una meta davvero richiesta.

Esplorare Hergeg Novi o passeggiare sulle sponde di uno dei 18 laghi glaciali del Parco Nazionale del Durmitor è diventata una scelta quasi obbligata per i viaggiatori amanti dell’avventura; così come rimanere a bocca aperta di fronte alla distesa d’acqua del Crno Jezero, il famoso lago nero. Osservare questo lago dalla vetta del Bobotov Kuk, una delle cime più alte del massiccio del Durmitor, lascia davvero senza parole!

La sua particolare formazione fatta di due laghi, il Malo Jezero e  il Veliko Jezero, che durante il periodo delle piogge si fondono, offre ai turisti un vista quasi fiabesca.

La vicina cittadina di Zabljak, a soli 3 chilometri di distanza, riesce a rendere questo tour naturalistico anche una meta di ristoro e riposo.

Il lago nero si trova sul Monte Durmitor, a oltre 1400 metri di altezza.

Una volta arrivati, ci si rende subito conto che i due laghi sono collegati fra loro da uno stretto che in estate si prosciuga e ne evidenzia la distinzione.

Il Lago Grande e il Lago Piccolo, in montenegrino rispettivamente Veliko Jezero e Malo Jezero, hanno profondità e superfici diverse, già come lasciano intendere gli appropriati nomi.

Il primo di 24.5 metri, con una larghezza massima di 615 metri, il piccolo Lago di 49 metri, con una larghezza di 400 metri. Sono entrambi balneabili e navigabili ma è appropriato entrare in acqua solo se si è nuotatori abili, vista la mancanza di bagnini in sorveglianza e le profondità importanti.

Il percorso a piedi che circonda tutto il lago viene scelto spesso anche dalle famiglie con bambini: solo 3.5 Km di passeggiata. Il terreno non complicato dà la possibilità sia agli escursionisti meno esperti che ai viaggiatori non amanti delle camminate di passare una giornata all’insegna dello svago e del relax.

Dal sentiero principale ne partono molti altri, sempre semplici da percorrere, che portano ad altrettanti piccoli laghi glaciali.

Booking.com

Quando visitare il lago nero

Il Crno Jezero è il lago più visitato di tutta la zona del Durmitor.

Esso deve il suo nome al colore scuro che s’intravede fra i riflessi delle sue acque cristalline: i boschi di pini neri che lo circondano si rispecchiano sulla superficie, giocando con la luce. Osservare l’intensità dei suoi colori, specialmente durante le giornate più scure e uggiose, diviene una visione davvero affascinante.

Non c’è una stagione ideale per una visita in questo luogo quasi incantato, il lago nero regala ai turisti attività e tranquillità in qualsiasi periodo dell’anno.

Durante l’estate diventa poi il luogo ideale per un giro in barca, una bella nuotata rigenerante o per fare kayak; magari ristorandosi poi con una bibita fresca nel vicino caffè.

In inverno invece, quando ormai è totalmente ghiacciato, ci si arriva per ammirare la sua immensa distesa bianca e per partecipare agli eventi sciistici della cittadina di Zabljak.

Ma è in primavera ed in autunno che dona davvero il meglio di sé: i colori della natura si accendono inebriando il paesaggio di sfumature armoniose e profumi intensi.

Se amate la natura e siete curiosi di capire cosa vedere in Montenegro, Passeggiare a bordo lago in queste stagioni regalerà la vista delle tante famiglie che lo avranno scelto per passare qualche ora rilassate e senza stress.

Come arrivare al Crno Jezero

Visitare il lago nero ed addentrarsi nei suoi tanti percorsi significa accogliere una natura del Montenegro ancora amica e bellezze e viste davvero senza tempo. Che si decida di arrivare col caldo, per rigenerarsi all’aria aperta, in autunno, per osservare quell’esplosione di arancioni e marroni sugli alberi o in inverno, sarà sempre la scelta più azzeccata.

La vicinanza a Zabljak inoltre rende il lago facilmente accessibile, anche da paesi esterni al Montenegro.

Come arrivare da Podgorica

Durante una giornata sono tanti gli autobus che partono dalla capitale del Montenegro e arrivano a Zabljak. In sole due ore e mezzo si potrà godere del lago senza l’impegno della guida.

Come arrivare da Kotor

Il viaggio da Kotor è più lungo, quasi quattro ore, e questo limita il numero delle partenze; l’unica corsa è la mattina alle 9.40. Le strade tortuose però, e il prezzo del biglietto modesto, rendono comunque questo mezzo il più scelto dai viaggiatori e dai residenti che vogliono passare qualche ora a godersi il lago.

Come arrivare dall’estero

Da Paesi come Serbia e Bosnia, partono più autobus nel corso della giornata, con biglietti che comprendono sia la corsa d’andata che di ritorno. Non si può venire in Montenegro senza perdersi fra questi specchi d’acqua così unici nelle loro caratteristiche; uno zaino in spalla ed un biglietto del bus basteranno per ritrovarsi in un luogo che sembra disegnato.

Conclusione

Se siete alla ricerca di una vista mozzafiato sulle montagne, di tranquille passeggiate sul lago e di alcune delle migliori escursioni in Europa, non cercate altro che il Montenegro. Sebbene ci siano molti luoghi straordinari da esplorare, il Crno Jezero (Lago Nero) è sicuramente uno di quelli da non perdere. Con le sue acque placide e le cime imponenti che fanno da sfondo, questa meraviglia naturale vi lascerà senza fiato. Se avete intenzione di visitare il Montenegro a breve, aggiungete Crno Jezero al vostro itinerario: non ve ne pentirete!

Foto: Mathieu Mars / Wikimedia.com

Booking.com
error: Content is protected !!