Home Email Scroll Top

Parco Nazionale Biogradska Gora

Avete mai pensato di passare una vacanza in Montenegro?

Organizzare un viaggio per perdervi in una natura primordiale, osservando montagne maestose e laghi glaciali di una bellezza rara?

Se la risposta è sì, allora è arrivato il momento di farlo, senza pensare alle difficoltà che il clima può crearvi ma lasciandovi travolgere da un ambiente ancora per molti tratti intatto e selvaggio.

Il Parco Nazionale Biogradska Gora può essere un ottimo punto di partenza per ritrovare un contatto vero con la terra, senza perdere comunque di vista comodità ed attività all’aria aperta semplici e salutari.

Considerato l’unica foresta pluviale di tutta l’Europa, questo parco si trova a pochissimi chilometri da Kolasin e Mojkovac.

Nonostante sia il più piccolo dei cinque laghi del Montenegro, il parco di Biogradska Gora riesce a coprire davvero una vasta area, oltre 5.600 ettari, occupando tutta la parte centrale del Massiccio di Bjelasica; più precisamente l’area che si trova fra i fiumi Lima e Tara.

Il massiccio regala una serie di laghi che mozzerebbero il fiato anche a chi della vita all’aria aperta ha fatto uno stile di vita da non toccare mai: il colore verde smeraldo del lago di Biograd è una visione quasi celestiale! Sfido chiunque a trovarne uno con un’acqua così cristallina da sembrare di un verde così brillante!

Una passeggiata istruttiva sul bordo del lago, quindi, è assolutamente d’obbligo!

Non spaventatevi, è un itinerario semplice da percorrere, di circa un’ora, che potrà essere intervallato da pause nei tanti gazebo di legno situati in tutto il percorso.

Rifocillarsi all’ombra con una bevanda fresca in mano sarà rigenerante e riposante, ed un’eccellete occasione per ammirare il bellissimo paesaggio circostante.

Booking.com

Ma anche affrontare la vetta del Monte Bedovac potrebbe essere una bella idea: in circa due ore si arriverà sulla cima, basteranno un buon paio di scarpe da trekking e tanta volontà.

Ma non solo impegno, camminate o passeggiate per una giornata in questo meraviglioso parco! Anche tanto relax e attività più tranquille!

Potrete fare un giro in barca sul lago, che magari non sarà conosciuto come il rinomato Crno Jezero della zona del Durmitor ma altrettanto bello ed emozionante, oppure riposarvi cercando di osservare l’unicità della flora e della fauna presente: oltre 26 tipi diversi di piante, con così tante specie e sottospecie da lasciare ammutoliti, 150 specie di uccelli e 10 di mammiferi.

Per non parlare delle diverse tipologie di trote che nuotano in tutti e quattro i laghi presenti: lago di Biograd, lago Sisko, Lago Ursulovacko e lago Pesica.

Riuscirete davvero a passare delle ore indimenticabili nel Parco Nazionale Biogradska Gora, e sia che siate soli, in coppia o in comitiva, sarà una vera esperienza riequilibrante.

Non dimenticate però di portare l’ombrello! Come in tutte le foreste vergini che si rispettino, la pioggia è sempre in agguato!

Non si può capire davvero bene un luogo senza conoscere la sua storia! Un’antica leggenda locale narra proprio la nascita di questo parco!

Si tramanda da generazioni che al posto dell’attuale lago vi fosse un campo coltivato da fratelli; il raccolto sarebbe sempre stato diviso in due parti uguali, per un rapporto paritario. Un autunno, però, i fratelli litigarono così ferocemente sulla divisione che il minore uccise degli anziani del paese, tanto da essere maledetto da sua madre.

La forza di questa maledizione, secondo il racconto, avrebbe per sempre interrotto la crescita del grano, formando così il lago di Biograd e tutta la rigogliosa natura montenegrina attorno.

Booking.com

Cenni Storici

La storia di questo parco arriva al XIX secolo, quando Kolasin fu liberato dal controllo turco e l’immensa area dell’odierno parco fu donata al Principe Nikola; il sovrano ne rimase talmente incanto che la fece diventare una vera e propria riserva naturale.

E rimase preservata dalla famiglia Petrovic fino al momento in cui il re fu costretto a lasciare la sua terra, durante la Prima Guerra Mondiale.

Biogradska Gora è divenuto parco nazionale solo molti anni dopo, nel 1952, il primo di tutto il Montenegro.

Cosa fare nel Parco Nazionale Biogradska Gora

Sono davvero tante e divertenti le attività da fare in questo parco.

Non solo godervi la natura intatta e rilassarvi osservando il paesaggio e le tante specie di animali e piante, ma anche sci e snowboard, nei mesi invernali, alpinismo, trekking, gite in barca e delle belle nuotate nell’acqua fresca dei laghi; in estate naturalmente!

E perché no, dei divertentissimi pic nic insieme alla famiglia, magari cuocendo sul barbecue il pesce appena pescato.

Il Parco Nazionale Biogradska Gora offre davvero tante alternative per assaporare ogni minuto all’aria aperta! Se amate la natura, nella vostra lista su cosa vedere in Montenegro, una visita a questo parco non può mancare!

Booking.com

Quando visitare il parco

Non c’è un periodo ideale per visitare questo parco nazionale, ogni stagione offre colori e profumi inimitabili!

Come non innamorarsi degli arancioni e dei marroni dell’autunno, che regalano sfumature di rara armonia, dei colori accesi della primavera, della luce dell’estate, che risplende sull’acqua dei laghi; e del bianco invernale degli alberi, che immerge tutto in un mondo incantato di magia e stupore.

Ogni momento è quello giusto per perdervi nella natura di questo parco, dovrete solo arrivare e godervelo tutto.

Come arrivare al Parco Nazionale di Biogradska Gora

La strada per arrivare al parco di Biogradska Gora non è di certo breve, ma vale assolutamente la pena percorrerla.

Come vi ho già detto, il parco fa parte del Comune di Kolasin, ed è proprio in una di queste strade che si scopre l’unica via d’accesso.

La stazione ferroviaria più vicina si trova a circa 90 minuti di distanza, nella città di Stritaricka Rijeka: nelle vicinanze troverete una serie di taxi che vi potranno portare direttamente a destinazione.

Anche utilizzando l’autobus l’arrivo non è dei più veloci: la più vicina fermata dista circa un’ora di cammino.

L’auto privata quindi rimane il mezzo più adeguato: superata l’entrata, a pagamento, di un paio di chilometri, potrete posteggiare nei pressi del lago; proprio vicino all’ufficio del Parco Nazionale.

Qui troverete mappe, cartine e tutte le indicazioni per passare la giornata in completa tranquillità.

E se proprio non resistete e volete provare l’emozione di una visita notturna, all’interno del parco troverete un’attrezzata area campeggio: bungalow e tende utilizzabili per pochi euro a notte.

Il Montenegro è davvero un’oasi naturale che racchiude il meglio che madre terra può donare, e il Parco Nazionale Biogradska Gora ne è il protagonista assoluto.

Conclusione

Se siete alla ricerca di una fuga naturale nei Balcani, assicuratevi di visitare il Parco Nazionale di Biogradska Gora, in Montenegro. Con le sue foreste incontaminate e i fiumi impetuosi, il parco è un paradiso per gli escursionisti, gli appassionati di birdwatching e gli amanti della natura di ogni tipo.

Booking.com
error: Content is protected !!