Home Email Scroll Top

Cosa vedere a Budva, la Rimini dei Balcani

Budva, situata nel mezzo della costa dello spendente mare Adriatico in Montenegro, è il centro del turismo di questo piccolo paese dei Balcani.

Grazie all’abbondanza di hotel, ristoranti, bar, club e negozi, ci sono davvero molte cose da fare in questa piccola città. Dopo tutto, questa è la destinazione più popolare del Montenegro per le vacanze al mare.

Situata su una penisola che si protende verso le acque azzurre dell’Adriatico, Budva, con le sue mura fortificate e la sua lunga e ricca storia è storicamente una delle città più importanti della costa dei Balcani.

Oltre alla penisola, la geografia locale presenta anche diverse isole e una baia. La costa intorno alla città non è lunga meno di 21 chilometri e ha 17 bellissime spiagge. La combinazione di queste numerose spiagge con un clima decisamente favorevole è il motivo per cui questo viene considerato l’epicentro del turismo del Montenegro.

La città gode di un tipico clima mediterraneo: con estati calde e inverni miti e confortevoli, nonché non meno di 230 giorni di sole, Budva è praticamente la destinazione perfetta per una vacanza al mare.

Dunque, cosa aspettate ad inserire Budva nella vostra lista su cosa vedere in Montenegro?

Il centro storico di Budva è il sito di uno dei più antichi insediamenti sulla costa adriatica. Fu fondata circa 2.500 anni fa dagli Illiri, ma fu anche governata da Greci, Romani, Veneziani e Slavi.

Documentata dal V secolo a.C., Budva passò sotto il dominio di diversi imperi. Partendo dalla colonizzazione greca nel IV secolo a.C., le chiavi della città passarono poi all’impero bizantino, alla diocesi cattolica romana, ai veneziani e all’impero austro-ungarico per poi essere abbandonata dalle forze austriache dopo la Prima guerra mondiale. Fu poi inclusa nel regno di Jugoslavia per poi essere annessa all’Italia durante la Seconda guerra mondiale.

Nel 2006, il Montenegro ha ottenuto la sua indipendenza con Budva e Kotor come principali destinazioni turistiche. La città vecchia di Budva ha subito gravi danni dopo un terremoto del 1979 che ha distrutto gran parte della città: ci sono voluti otto lunghi anni per ricostruirla, e oggi non si nota quasi nessuna traccia del tragico evento.

Booking.com

Cosa visitare nel centro storico di Budva

Il centro storico fortificato di Budva è molto compatto e percorribile a piedi, e non mancano caffè e ristoranti dove rilassarsi e osservare la gente.

Cammina verso la Citadela, la vecchia cittadella, ed esplora le sue mura che si affacciano sull’azzurro mare Adriatico, prima di sbirciare nella chiesa ortodossa della Santissima Trinità e nella chiesa cattolica di San Giovanni che si trova di fronte.

Puoi anche camminare direttamente lungo le mura della città, anche se a volte l’ingresso vicino alla Citadela è bloccato.

Le mura e le strade della città vecchia furono costruite principalmente durante il dominio veneziano, ma, come altre città antiche da Dubrovnik fino a Ulcinj, la città vecchia di Budva subì danni significativi durante il terremoto del 1979. Anche se fu devastante per i residenti, il terremoto portò fortunatamente alla luce molti siti archeologici e manufatti precedentemente nascosti, che ora sono esposti sparsi per la città e nei suoi musei.

Tuttavia, non ci sono molte attrazioni nel centro storico di Budva, soprattutto se paragonate al centro storico di Kotor, a circa un’ora di distanza da qui.

La maggior parte delle chiese sono chiuse, ma è possibile visitare la Citadela e vedere alcuni degli antichi manufatti nel museo della città.

Ci sono anche alcune bellissime spiagge vicino al centro storico di Budva, quindi puoi passare il tempo esplorando le antiche strade prendendo un po’ di sole nel frattempo.

Citadela

location pin2 Centro storico, Budva | Mappa

centro storico budva citadela

La prima menzione della Citadela di Budva risale al 1425, ma gli archeologi ritengono che questo fosse il sito di un’acropoli nei tempi antichi.

L’acropoli è stata tradizionalmente costruita sul punto più alto, con la scogliera a picco sotto di essa, in modo da proteggerla con più facilità in caso di attacco.

La Citadela è stata costantemente ampliata e potenziata dai vari imperi che hanno governato la città di Budva. La parte più grande comprende la caserma costruita dagli austro-ungarici nel 1836. All’interno della cittadella troverai una piccola biblioteca, un piccolo museo e le rovine della chiesa di Santa Maria in Castello (XII – XIV secolo).

Per il resto non c’è molto da vedere, ma è un buon posto per prendere una birra gelata e godersi la vista sulla riviera di Budva e sull’isola di Sveti Nikola.

Booking.com

Statua della Ballerina

location pin2 Primorskog bataljona 43, Budva | Mappa

cosa vedere budva montenegro

Trovare la statua della ballerina rientra a pieno titolo nella classifica delle migliori cose gratuite da fare a Budva.

Questa famosa statua, situata tra il centro storico e la spiaggia di Mogren, è un importante simbolo della città, e racconta di una vecchia storia d’amore tra un marinaio di Budva e una ballerina.

La ragazza aspetta il ritorno del suo amato ogni giorno, anche se è ovvio che non lo rivedrà mai più. È tragico ma romantico, non credi?

Porta fortuna strofinare la statua di bronzo ma solo se sei innamorato!

La Ballerina di Budva è diventata un simbolo iconico della città: la scultura è di Gradimir Aleksic ed è scolpita in onore è della ginnasta jugoslava Olga Kalivoda.

La ginnasta si trovava a Budva in vacanza nel 1962 e, allenandosi sulla spiaggia, fu notata da Aleksic che la vide e chiese a suo padre se potesse farle delle foto, per poi scolpire la sua statua basandosi proprio su queste.

Dopo un breve periodo a Belgrado, la scultura fu trasferita a Budva nel 1965.

Chiesa di Sveti Sava

location pin2 Budva | Mappa

La Chiesa di Sveti Sava – San Sava – si trova all’interno della Citadela di Budva, nei pressi della Chiesa di Santa Maria in Punta.

Alcuni affreschi recentemente restaurati pare risalgano al XII secolo mentre al suo interno è stata ritrovata una pietra che risale all’anno 1143.

Lo stile architettonico della chiesa è una prova evidente dell’influenza e del dominio romano nell’antichità non solo a Budva, ma in tutta la costa dei Balcani.

Chiesa di Svete Trojice

location pin2 Budva | Mappa

La Chiesa di Svete Trojice – Santa Trinità – si trova anch’essa all’interno della Citadela.

È una chiesa cristiano-ortodossa e venne completata nel 1804.

Svete Trojice balza subito all’occhio per la sua mole massiccia, la cupola e i numerosi dettagli; l’edificio fu realizzato ispirandosi alla chiesa del Monastero di Podostrog, vicino Budva.

Se sei in visita nella città vecchia, ti raccomandiamo di visitarla per ammirare i suoi affreschi.

Chiesa di Sveti Ivan

location pin2 Budva | Mappa

chiesa sveti ivan budva montenegro

La Cattedrale di Sveti Ivan è l’ennesimo edificio religioso che si trova nella Citadela di Budva; nonostante sia stata eretta nel VII sec., il suo campanile fu costruito solo nel 1867.

All’intero della cattedrale sono conservate numerose opere d’arte tra cui la famosa immagine della “Madonna con Bambino”, conosciuta con il nome di “Madre di Dio di Budva”.

Fino al 1828 è stata la sede del Vescovo.

L’attuale Cattedrale di Sveti Ivan sorge sulle fondamenta di una cattedrale più antica che venne distrutta dal terremoto del 1667.

Booking.com

Musei di Budva

Spiaggia, sole, mare e movida caratterizzano Budva, ma rappresentano solo uno dei tanti volti di questa ridente cittadina dell’Adriatico. La sua mondanità non ci deve far scordare la storia che caratterizza questo angolo di mondo, talmente ricca e movimentata da lasciare tracce evidenti persino negli usi e costumi tipici del luogo.

Il suo centro storico, per esempio, è un gioiello di urbanistica e architettura, una piccola penisola nella città, delimitata da mura, porte, torri e bastioni.

Qui si respira  un’atmosfera d’altri tempi, spesso celata da musica, risate e tanti altri rumori che lo avvolgono soprattutto nel periodo estivo, quando l’esuberanza dei vacanzieri raggiunge il top.

Per chi vuole davvero immergersi in una realtà alternativa l’ideale sarebbe visitarlo a piedi, nei periodi dove è minore l’affollamento, quando sarà la voce degli edifici che ancora oggi si ergono maestosi e fieri a parlare, illustrando un passato ormai andato.

Addentrandosi in essi, nei  musei distribuiti tra gli stretti vicoli che disegnano, si riuscirà a capire meglio la storia di questo popolo dalle mille sfaccettature che sicuramente riuscirà a conquistare anche i più scettici.

Museo della città di Budva

location pin2 Petra I Petrovića 11, Budva | Web

Questo museo si trova all’interno delle mura fortificate della città ed è molto apprezzato per la sua collezione archeologica e etnografica.

Originariamente adibito a dimora di una delle illustri famiglie del luogo, il cui stemma ancora ben risalta tra le pareti in pietra che lo costituiscono, oggi accoglie turisti curiosi facendo pagare un biglietto di 2 €, tutti i giorni della settimana escluso il lunedì, ad orari prestabiliti.

È stato aperto nel 1962 per custodire resti di antiche civiltà risalenti ai primi secoli a.C.

Inizialmente le collezioni esposte contavano un numero limitato di reperti, circa 2500, ma furono notevolmente incrementate dopo il terremoto del 1979, che portò alla luce una grande quantità di manufatti antichi grazie agli scavi effettuati durante i restauri degli edifici.

Si sviluppa su quattro piani.

Nel primo si trova un vero e proprio lapidario, dove vengono conservate urne antiche e lastre di pietra con incisioni datate.

Salendo al secondo e terzo piano si possono apprezzare scorci di vita domestica e sociale di alcune delle prime popolazioni che colonizzarono la zona: monete, utensili da cucina, anfore bizantine, greche e romane , e ancora gioielli, ceramiche e mosaici.

Il quarto piano, invece, illustra la vita della popolazione del luogo, tramite  l’esposizione di oggetti e costumi tradizionali dei Balcani.

Ma non finisce qui. Chiunque entri in questo museo potrà anche ammirare, dalla sua cima, un panorama davvero spettacolare della città, che da solo vale molto di più dell’esiguo prezzo del biglietto.

Booking.com

Museo Marittimo

location pin2 Budva | Tel. +38267220141

In pieno centro storico, ma con una splendida vista sul mare, il museo marittimo di Budva è più che altro una piccola biblioteca tutta da gustare per coloro che il profumo della salsedine se lo portano sempre dietro.

Si esaurisce nello spazio di una stanza, situata all’interno della Cittadella, dove vengono custodite mappe e libri oltre a numerosi modellini di navi delle quali viene spiegata la storia.

Nonostante  lo spazio ridotto, questo museo racchiude un’atmosfera fiabesca che i  bellissimi pavimenti in marmo, delimitati da pareti in pietra e sovrastati da travi a vista in legno, contribuiscono a creare. Le grandi finestre che si aprono sulle sue mura sanno inondare la stanza di sole e riscaldare i fortunati visitatori che prendono posto nelle diverse poltrone che la colorano.

location pin2 Cara Dušana 19, Budva | Web

In una città caleidoscopica come Budva non si poteva pensare che non fosse destinato uno spazio alla contemporaneità anche per quanto riguarda l’arte.

La Modern Gallery ne è una dimostrazione. Tra le sue pareti vengono esposte opere di artisti montenegrini e internazionali, che ci danno un assaggio delle loro abilità artistiche con dipinti, sculture e incisioni.

Si trova nel centro storico, ben camuffata tra gli altri palazzi, ed è stata fondata nel 1972, grazie al contributo dei tanti maestri che hanno voluto regalare una delle loro opere d’arte a questo comune del Montenegro.

Le migliori spiagge di Budva

spiagge di budva montenegro

Il mare del Montenegro ogni anno attira sempre più turisti, attratti dalla limpidezza delle sue acque, dalla spettacolarità dei paesaggi e dal prezzo vantaggioso degli alloggi offerti dalle strutture ricettive situate lungo le sue coste.

Tra le spiagge del Montenegro più frequentate della regione spiccano quelle di Budva e dintorni, che fanno parte della cosiddetta Budvanska Rivijera, una delle riviere più apprezzate di tutto il vecchio continente.

Sono ben diciassette le spiagge di Budva sparse lungo questa fantastica porzione di costa, e tra essi spicca Bečići, un’oasi di meraviglie tali da valerle l’appellativo di spiaggia più bella d’Europa. E non è l’unica che vale la pena visitare.

Se siete amanti della movida, delle comodità e del divertimento,  la spiaggia di Jaz  e quella di Ploce Beach sono perfette per passare giornate davvero intense.

Se invece cercate la tranquillità, il silenzio e il relax allora saranno Mogren e le diverse spiaggette situate su isolette come quella di Sveti Nikola a fare per voi, regalandovi panorami incantevoli da rapire con gli occhi.

Booking.com

Spiaggia di Becici

location pin2 Becici | Mappa

La spiaggia di Bečići è frequentatissima da persone di tutte le età, attirate dalla bellezza del luogo e dalla comodità che i numerosi servizi a disposizione offrono.

Parcheggi di fronte alla spiaggia, ristoranti, bar e hotel per diversi gusti e tasche, servizi di intrattenimento per i bimbi: questo e altro potrete trovare in questa distesa di sabbia bianca mista a ciottoli scuri che ricopre una superficie di 2 km di lunghezza e 50 m di larghezza.

Ma cos’ha questo lungo litorale di così meraviglioso da essere definito il numero uno in Europa?

Il paesaggio indiscutibilmente, abbracciato ad una vegetazione lussureggiante che colonizza montagne e coste, il mare cristallino e pullulante di vita e i numerosi villaggi caratteristici che spuntano tra il verde degli alberi trasformando il tutto in una location da film.

Spiaggia di Jaz

location pin2 Budva | Mappa

Jaz è davvero una spiaggia per tutti. Si trova a circa 2 km da Budva, si estende per 1,5 km e, grazie alle montagne che le coprono le spalle, è sempre protetta dai venti.

La parte più prossima alla città è il regno incontrastato dei nudisti, che si crogiolano al sole tra pietre e ciottoli.

Allontanandoci da essa la spiaggia cambia lentamente volto, e cominciano ad apparire granelli di sabbia tra sassolini di dimensioni sempre più ridotte; il pietrisco tenderà a sparire del tutto nella parte più pittoresca dell’arenile, disegnata da un piccolo fiume e rivestita da calda sabbia dorata.

Il mare lungo questo tratto di costa è limpido e calmo; i suoi fondali, accoglienti e sabbiosi in prossimità della riva, lasciano spazio a pietre sempre meno levigate man mano che ci si allontana.

La spiaggia è in grado di offrire tutti i servizi che chi è avvezzo a frequentare lidi attrezzati si aspetta: dal noleggio dei lettini e degli ombrelloni, ai servizi igienici, alle docce. Diventa spesso il palcoscenico di importanti festival musicali e serate danzanti amate dal popolo della notte, che, tra musica e drink, ama aspettare il sorgere  del sole.

Booking.com

Ploce Beach

location pin2 Krimovica | Mappa

A una decina di chilometri da Budva troviamo Ploce Beach, il regno della musica e del divertimento.

Non è il posto migliore per chi ama la tranquillità e il silenzio, visto l’inarrestabile  trasmettere degli altoparlanti di brani in cima alla hit parade del momento che lo trasformano in una sorta di discoteca all’aperto

Più che una spiaggia vera e propria possiamo definirlo un complesso balneare, dove il cemento regna incontrastato imponendosi sulla poca sabbia mista a ghiaia che accompagna la discesa al mare.

Nella vasta distesa di lettini e ombrelloni che invadono le sue piattaforme artificiali  si inseriscono quattro piscine con acqua marina, due delle quali riservate ai bambini e una destinata agli aperitivi e ai cocktail che si possono degustare con i piedi a bagno protetti dall’ombra di diversi caratteristici ombrelloni.

Scalette posizionate in prossimità del molo agevolano la discesa in acqua, che raggiunge profondità considerevoli già a poco distanza dalla riva.

Spiaggia di Mogren

location pin2 Budva | Mappa

Per poter usufruire della sabbia dorata di Mogren gratuitamente non dovrete recarvi su questa spiaggia nella stagione estiva perché in tal caso l’ingresso costa dai 2 € in su.

Tuttavia vale la pena pagare il biglietto, ma ci si rende conto di questo solamente una volta che ci si trova davanti alle meravigliose scogliere che la delimitano,  proteggendola dai venti e dividendola in due parti distinte.

Le due spiaggette che ne derivano sono collegate da una apertura sulla scogliera che non tutti si sentono di varcare.

Questo fa sì che il piccolo litorale secondario sia perfetto per chi cerca attimi di solitudine e di silenzio; da esso si può godere del calore di sabbia e acqua accompagnati solo dal rumore delle onde e dalle grida dei gabbiani, compilation preferita da chi del mare cerca la voce.

Isola di Sveti Nikola, la riserva naturale di Budva

location pin2 Budva | Mappa

L’isoletta di Sveti Nikola è prevalentemente rocciosa e poco frequentata.

Si trova di fronte al porto di Budva da dove è raggiungibile in meno di cinque minuti grazie ai servizi taxi boat disponibili.

Volendo ci si può arrivare pure a piedi, ma solo durante le fasi di bassa marea, quando il  banco di sabbia sommerso che collega le due sponde  viene a galla.

Regno dei cervi e di altri animali selvatici, Sveti Nikola è costituita da quasi quaranta ettari di vegetazione lussureggiante che si inerpica sulle rocce e sulle scogliere, lasciando però spazio a tante piccole e deliziose calette; protette dal vento e ricoperte da ciottoli, queste piccole baie fanno da anticamera alle trasparenze dell’acqua tinte da sfumature blu e smeraldo.

Il mare è talmente pulito da mostrare impudicamente i suoi fondali dove la presenza di numerose colonie di ricci di mare consiglia di indossare apposite calzature prima di posarvi i piedi.

Alcune di queste piccole insenature sono raggiungibili solo a nuoto e quindi poco frequentate. Altre invece sono attrezzate con sdraio e ombrelloni e servite da bar e ristoranti, indispensabili in questo tratto di costa visto che è vietato portarsi dietro cibi e bevande.

Quando ci si stanca di mare e spiaggia si può sempre pensare di visitare l’interno dell’isolotto: tra gli alberi che rivestono il panorama  ancora oggi si possono notare i resti di un monastero medioevale e di una chiesetta dedicata a San Nicola.

E se vi siete portati dietro un bel cannocchiale fermatevi anche a guardare il cielo: per gli amanti del birdwatching è un’occasione davvero ghiotta per ammirare il volo libero di diverse specie di uccelli che con la loro leggerezza contribuiscono ad incrementare la magia del posto.

Vita notturna e divertimento a Budva

Spiagge, mare, architettura e paesaggi fanno di Budva una delle mete preferite dai turisti.

Eppure non è per le sue bellezze paesaggistiche che è conosciuta principalmente, ma per la vivace movida che la caratterizza e che, ogni anno, chiama a sé giovani e meno giovani da tutto il mondo.

È stata soprannominata la Rimini del Montenegro proprio per la grande offerta di locali pubblici dediti al divertimento e per la grande affluenza di persone che, soprattutto durante il periodo estivo, si riversano nelle sue spiagge e nelle sue vie.

Discoteche, casinò, piano bar, pub e cocktail lounge sono sparsi un po’ ovunque tra il lungomare e la parte vecchia della città,  pronti ad offrire, a prezzi modici, serate all’insegna della musica e dell’allegria. Tra quelli più conosciuti sono da menzionare:

Discoteca Top Hill

location pin2 Topliški put, Budva | Web

È  definita una delle discoteche migliori d’Europa, con la sua pista sotto le stelle e panorami mozzafiato, resi ancora più suggestivi dall’abilità di dj di fama mondiale che, almeno due volte alla settimana, animano le serate.

Night Club Paris

location pin2 Setaliste obala, Budva | Mappa

Questo night club in pieno centro città è caratterizzato da una Tour Eiffel in miniatura, che si erge al centro di una grande pista da ballo. È il regno dell’ electronic music, dei cocktail e dei drink più insoliti, che affiancano quelli classici offrendo una scelta davvero esaustiva.

Discoteca Trocadero

location pin2 Mediteranska 4, Budva | Mappa

Si trova vicino alla marina di Budva e si sviluppa su tre piani. Un tempo l’edificio che lo ospita era adibito a cinema; oggi tra le sue pareti, dal design ultramoderno, danzano luci stroboscopiche e musica dance alternata a quella tipica del luogo, che fa di questa discoteca la meta preferita dei montenegrini.

Ma la vita notturna della città non si svolge esclusivamente al chiuso.

Specialmente d’estate non mancano i concerti all’aperto e le feste in spiaggia tra le quali  le più gettonate sono quelle che si svolgono a Ploce Beach.

E ancora ci sono i festival estivi, come il Busker Fest, che vede esibirsi artisti di strada provenienti da ogni dove, trasformando questa piccola città del Montenegro nel capoluogo dell’integrazione e della cultura mondiale.

Si tiene a giugno ed è molto apprezzato da tutti coloro che considerano il mondo come un unico variegato Paese.

Ad agosto, invece, il cielo della città si riempie dei giochi di luce e dello scoppiettio dei fuochi artificiali, in occasione della Notte di Petrovac, festa tradizionale dove scorrono vino e fiumi di  birra mentre l’aria si riempie dei profumi dei piatti tipici del luogo.

In questa notte intrisa di magia, musica e canti verranno rivolti alle stelle mentre una grande parata sfilerà per le strade della città colorandola con la sua vivacità  e la sua allegria.

Dove dormire a Budva

In una città come Budva, così attenta alle esigenze dei turisti, non potevano mancare strutture ricettive di tutto rispetto, in grado di accogliere e coccolare i propri clienti con ogni sorta di offerte.

Hotel, ostelli, appartamenti, sulle spiagge o in pieno centro, anche campeggi: sono tante le opzioni di alloggio per chi cerca un posto dove dormire a Budva e vuole passare qualche giorno in tutto relax nella capitale della movida montenegrina.

I prezzi più che accettabili fanno sì che, di anno in anno aumenti il flusso turistico della zona, che ormai sta diventando una delle mete più richieste nelle agenzie di viaggi. E allora vediamo insieme alcune di queste strutture, magari ci potranno essere utili nel caso programmassimo un viaggio nella bella Rimini montenegrina.

Booking.com

Cosa mangiare a Budva

cosa mangiare a budva

Il buon cibo non può mancare in qualunque vacanza che si rispetti, la gola vuole sempre la sua parte.

C’è chi è molto abitudinario e preferisce non azzardare assaggiando piatti mai gustati in precedenza, e chi invece viene definito una buona forchetta e delle tradizioni enogastronomiche del luogo non può non fare esperienza.

Essendo una città turistica, Budva presenta un gran numero di ristoranti, taverne e bar sparsi un po’ ovunque.

Nei menù da essi offerti, spesso, vengono affiancati alle specialità internazionali piatti tipici locali che permettono anche alle papille gustative di godere appieno delle atmosfere del luogo.

Basterà addentrarci tra le vie della città per scovare il locale che meglio soddisfa le nostre esigenze, ma, prima di farlo, converrebbe conoscere almeno a grandi linee quali sono i piatti tipici della cucina montenegrina in maniera tale da non sederci a tavola totalmente impreparati.

Il Montenegro a tavola

Come accade in qualunque regione divisa tra mari e montagne, anche le tradizioni culinarie del Montenegro variano a seconda che ci troviamo nelle zone costiere o in quelle interne.

In città come Budva, affacciate sul mare, il pesce è il principe della cucina. A causa della dominazione veneziana e della vicinanza tra le due terre, le ricette tipiche del Paese hanno subito rimaneggiamenti dovuti al raffrontarsi di queste due diverse culture, che, come spesso capita, soprattutto quando si tratta di cibo, sono riuscite a integrarsi in maniera sublime.

È facile trovare piatti a base di pescato fresco nei tavoli dei locali della zona, nei cui menù hanno sempre un posto d’onore molluschi e frutti di mare.

Chiunque non ami particolarmente il pesce però non disperi. Ad essi spesso vengono affiancati gustosi manicaretti tipici delle zone interne, che permettono di assaporare i profumi delle montagne.

Il kaçamak è uno di questi: a base di patate e formaggio filante sa regalare il calore del fuoco di una bella baita montana.

Per chi non riesce a fare a meno della carne, inoltre, è assolutamente da assaggiare lo japrak che, ben avvolto in foglie di vite, ci offre una assaggio di coscia di montone macinata mescolata a riso, uova pepe e paprika.

Altro piatto caratteristico che farà la gioia dei carnivori è l’agnello al latte, che viene cucinato dai montenegrini  per onorare le feste.

E poi naturalmente non possono mancare i primi piatti, gli antipasti e i dessert, molti dei quali risentono dell’influenza delle tradizioni culinarie turche o austro-ungariche, sempre per questioni legate al passato storico della regione che ha visto avvicendarsi sul suo suolo diversi imperi.

Dove mangiare a Budva

Premesso che a Budva sono davvero tanti i locali dove potersi rifocillare, sia tra le mura della città che in riva al mare, è stato davvero arduo consigliarne uno anziché l’altro. Prendete questa mia piccola selezione come punto di partenza da ampliare man mano che prenderete confidenza con le sue vie, cosa che sicuramente riuscirete a fare in men che non si dica.

Ristorante Jadran

location pin2 Slovenska Obala, Budva | Mappa

È uno dei ristoranti più popolari della città, dove non mancherà mai un buon piatto di pesce fresco da gustare, direttamente pescato dal proprietario del locale.

Si trova sul lungomare di Budva, e regala un’atmosfera rilassante e romantica, con i suoi tavolini sulla spiaggia rischiarati dal lume delle candele, musicisti che si esibiscono su una barchetta cullati dalla onde, e l’aria che si impregna del profumo della salsedine mescolato a quello degli aromi provenienti dalle cucine.

I suoi menù propongono non solo specialità marinare ma anche piatti tipici dell’interno del Paese. Le porzioni sono abbondanti e i prezzi più che onesti.

L’estrema cortesia di camerieri e ristoratore, è senz’altro un punto in più a favore di questo locale caratteristico: illustrando in maniera esaustiva ai clienti più spaesati i loro piatti  e ad essi abbinando il vino giusto, fanno in modo che tutto si armonizzi e contribuisca alla buona riuscita della serata.

Kafana Rivijera

location pin2 Njegoševa 16, Budva | Mappa

Per chi vuole godere della notte magica della città senza spostarsi sulle spiagge il ristorante Kafana Rivijera è l’ideale. Si trova al centro della città vecchia, che contribuisce a caratterizzare con le sue atmosfere e profumi.

Dispone di tavoli al chiuso e di tavolini all’aperto, sistemati sotto un tetto di foglie e fiori.

Serve piatti tipici del Montenegro conditi dal buon vino della casa. A fine pasto i clienti vengono omaggiati con un buon gelato e un bicchiere di amaro Montenegro…e come poteva essere altrimenti?

Casper Bar

location pin2 Budva | Mappa

Se avete già cenato o se semplicemente volete trascorrere una bella serata con gli amici o anche andare a fare colazione, potrete sempre recarvi al Casper, da molti definito il miglior bar di Budva.

Musica dal vivo e cocktail superbi sono la vera forza di questo locale che, la notte, si trasforma in un piacevole punto di incontro della movida cittadina

La mattina, a musica spenta, si potrà sempre gustare un buon caffè seduti nei tavolini in legno che si trovano nel cortile all’ombra  degli alberi.

Dove si trova Budva

Situata in una zona molto frequentata dal turismo di massa, Budva può ben fregiarsi del titolo di città della movida del Montenegro.

Si trova nella Dalmazia meridionale da dove con le sue suggestive e caratteristiche coste si affaccia sullo splendido mare Adriatico. La zona che la circonda viene chiamata riviera di Budva, ed è caratterizzata da un clima mediterraneo che regala inverni miti e estati soleggiate, perfette per incrementare l’allegria con feste in piazza e sulla spiagge.

Può essere facilmente raggiunta grazie ai numerosi autobus che partono sia dai principali aeroporti della regione che dalle tante altre città del Montenegro e dei dintorni, a disposizione di tutti coloro che, richiamati dalla sua fama, non resistono alla tentazione di passarvi qualche giorno.

Come arrivare a Budva

Abbiamo scandagliato internet, ci siamo informati sui costi degli alberghi, dei ristoranti, sui diversi pub e night club della zona, sulle spiagge e sulle bellezze architettoniche che la città di Budva offre.

Ora, se davvero vogliamo passare una bella vacanza in questa città di cui ultimamente si sente tanto  parlare, dobbiamo comprendere come arrivarci.

Al giorno d’oggi sono diverse le compagnie navali e aeree che inseriscono il Montenegro tra le loro rotte, essendo notevolmente aumentata la richiesta.

Dall’Italia partono diversi voli e traghetti che portano ai principali porti e aeroporti della regione montenegrina, da dove non mancheranno i collegamenti via terra per Budva.

Se invece già soggiorniamo nelle località dei dintorni, sarà ancora più semplice farci un salto, ma cerchiamo di capire insieme come.

Voli per Budva dall’Italia

Se decidiamo di servirci dell’aereo per raggiungere il Montenegro, gli aeroporti più vicini a Budva sono quelli di Podgorica e Tivat. Volendo si può atterrare anche a Dubrovnik, se si trova un buon volo per la Croazia.

Da ciascuno di questi aeroporti possono essere noleggiati taxi o auto per raggiungere la nostra meta, oppure ci si può servire anche del servizio offerto dagli autobus di linea.

Partendo dall’Italia si possono prenotare voli da diverse città: Milano, Roma, Napoli Bologna e Venezia. Rappresentano la spesa più considerevole di tutto il viaggio-vacanza quindi converrebbe tenere sempre gli occhi aperti e optare per voli low cost o offerte last-minute.

Sono tante le compagnie aeree che coprono la tratta Italia- Montenegro, tra le quali spiccano l’Alitalia e la Montenegro Airlines. Per gli studenti  universitari, da qualche anno a questa parte partono voli charter da Capodichino (NA), Fiumicino (Roma) e Bari grazie a convenienti collaborazioni tra compagnie aeree e di viaggio che puntano sui giovani per incrementare il loro traffico.

Traghetti per Budva dall’Italia

Se si preferisce la nave all’aereo, magari per avere la possibilità di potersi portare dietro anche l’auto, dall’ Italia è possibile partire col traghetto, da Bari; nel giro di dodici ore circa si potrà sbarcare nel porto di Bar, a  una trentina di km  di distanza da Budva, da dove sarà possibile raggiungere la nostra ridente città montenegrina grazie a un efficiente servizio autobus che garantisce corse a tutti gli orari .

La compagnia navale che si occupa del viaggio è la Montenegro Lines; è operativa tutto l’anno e offre la possibilità di effettuare la traversata sia di giorno che di notte. Per viaggiare in tutta comodità mette a disposizione dei suoi clienti cabine e poltrone, e permette di prenotare via internet i biglietti servendosi del sito Navitalia.com.

Come raggiungere Budva da Kotor

Kotor dista da Budva poco più di una ventina di km, distanza facilmente percorribile in mezz’oretta o poco più. Il modo più comodo per farlo è partire con la propria macchina, inserire la destinazione sul navigatore e lasciarsi da esso guidare.

Se non si ha l’auto a seguito si può sempre ovviare noleggiandone una o servendosi del servizio taxi che logicamente sarà un po’ più esoso ma anche meno impegnativo. Altra opzione è quella di prendere l’autobus che dalla stazione di Kotor vi porterà a quelle di Budva nel giro di 45 minuti, permettendovi di godere del paesaggio che si attraversa in tutto relax.

Cosa vedere nei dintorni di Budva

Sveti Stefan

location pin2 Sveti Stefan, Budva | Web

sveti stefan montenegro

Sveti Stefan è un antico villaggio di pescatori collocato su un’isola rocciosa e collegato a Budva da un lembo di terra. Negli ultimi anni il turismo verso questa zona si è sviluppato grazie anche alla crescente presenza di vip che soggiornano sull’isola.

Gli edifici sull’isola sono rimasti esternamente gli stessi ma all’interno sono diventati hotel di lusso dove passare vacanze a 5 stelle a pochi Km da Budva. Le spiagge di Sveti Stefan sono sabbiose, le acque calde e calme, situazione ideale per passare le vacanze con tutta la famiglia.

La piccola isola di Sveti Stefan è uno dei luoghi più fotografati del Montenegro e non è difficile capire perché: un gruppo di case risalenti al XVI secolo con i tetti in terracotta regala al luogo un non so che di fiabesco, così come la striscia di terra che lo collega al resto della città omonima. Sfortunatamente, tutta l’isola è ora un resort di lusso ed è vietato al pubblico.

Per le foto migliori, sali fino a quando non sei sopra la città (accanto a un’autostrada trafficata) e fermati su una delle piattaforme presenti per viste mozzafiato. Sveti Stefan è a circa 30 minuti di autobus dalla città, che parte da via Mediteranska nel centro di Budva.

Monastero di Praskvica

location pin2 Przno | Web

Per visitare un posto meno turistico, sali fino al monastero di Praskvica non lontano da Sveti Stefan. Situato sulle colline a picco sul mare, fu fondato nel 1413, anche se la chiesa fu ricostruita nel 1847 e conserva solo una piccola alcova originale nell’angolo più lontano. Puoi quasi distinguere gli affreschi sbiaditi sulle pareti e sul soffitto.

Ricorda di vestirti in modo appropriato prima di entrare, in caso contrario i monaci ti forniranno scialli per coprirti se necessario. C’è anche un piccolo negozio adiacente, ma non è un luogo particolarmente frequentato.

Il monastero può essere difficile da trovare. Spesso si finisce per fare una pericolosa passeggiata lungo l’autostrada (senza percorsi pedonali) ma c’è un’opzione più sicura, attraverso un percorso dalla città di Przno.

Fort Mogren

location pin2 Zavala, Boreti, Montenegro | Mappa

Fort Mogren fu costruito nel 1860 dall’Impero austro-ungarico per difendere i confini occidentali di Budva. Storicamente è importante, ma questo fantastico pezzo di architettura si trova anche in uno scenario naturale straordinario.

A circa 30 minuti a piedi dal centro di Budva, Fort Mogren è un luogo interessante da visitare. Anche se non è ben tenuto dalle autorità competenti, costituisce una cosa interessante da fare a Budva, grazie alla presenza di un tunnel da esplorare (se sei abbastanza coraggioso) e molto luoghi nascosti da scoprire.

Petrovac

location pin2 Petrovac na Moru | Mappa

Petrovac, conosciuta anche come Petrovac na Moru, é una piccola città vicino Budva facente parte anch’essa della medesima riviera.

La città è un rinomato centro non solo per il turismo estivo ma anche per le vacanze culturali in quanto sono presenti alcuni mosaici risalenti al III sec. a.C. raffiguranti il dio Hipnos.

La spiaggia di Petrovac dista circa 600 m dalla città ed è sabbiosa; ci sono inoltre due piccole isole vicino alla costa di nome Katic e Sveta Neđelja.

In epoca romana Petrovac era una piccola stazione lungo la strada romana della costa adriatica.

Dalla fine della seconda guerra mondiale, la città ha avuto uno sviluppo dinamico fino a diventare un importante centro turistico dove passare le vacanze in assoluto relax.

Se si giudica Budva troppo caotica ma non si vuole rinunciare al divertimento serale, allora Petrovac è la scelta ideale per una vacanza in Montenegro.

Rafailovići

location pin2 Rafailovici | Mappa

Rafailovići è una delle località turistiche più famose del Montenegro.

Situata alla fine di Bečići, in direzione Pržno, Rafailovići è nota per la purezza del suo mare e per la media di 226 giornate di sole all’anno, media tra le più alte in Europa ma normale per le città costiere del Montenegro.

Da Rafailovići a Budva vi è una strada che costeggia il mare lunga 3 Km, ideale per passeggiate, inoltre ogni 15 minuti passa il trenino navetta.

La città offre inoltre tante occasioni di divertimento vista anche la vicinanza ad ulteriori centri turistici quali Budva, Sveti Stefan e anche Tivat, che dista soli 17 Km.

Milocer

location pin2 Milocer | Mappa

Milocer è una nota località balneare poco distante da Budva e Sveti Stefan; le sue spiagge sono costituite da sabbia fine, inoltre in città è presente un giardino botanico con un mix di alberi esotici e piante mediterranee.

Tutta la bellezza del posto è completata da ottimi servizi di trasporto, ristoranti ed Hotel.

Questa piccola città è conosciuta anche per il suo incredibile parco (il Milocer Park n.d.r.), che ha un’estensione di 18 ettari!

Un tempo al suo interno vi si trovava la residenza estiva della famiglia reale montenegrina, oggi invece questa residenza è stata riconvertita ad Hotel di lusso.

Il parco è di proprietà dello stesso albergo e si può visitare gratuitamente nella maggior parte della sua estensione; solo una zona non è accessibile in quanto riservata ai clienti dell’hotel.

Przno

location pin2 Przno | Mappa

Przno è sicuramente una delle più belle zone non solo di Budva ma di tutto il Montenegro.

Si tratta di un antico villaggio di pescatori riadattato a centro turistico di alta qualità ma con prezzi accessibili.

Przno si trova a circa 7 km a sud di Budva e ci si arriva costeggiando la baia di Budva.

Il posto offre spiagge sabbiose fantastiche e il turismo si è evoluto particolarmente offrendo la possibilità di praticare sport acquatici.

Ovviamente nei ristoranti di questo piccolo paesino, come da tradizione in un villaggio di pescatori, si mangia ogni giorno pesce fresco.

La spiaggia principale è lunga 260 m e dietro al villaggio che oggi ospita hotel, ristoranti e locali alla moda, c’è una fitta vegetazione mediterranea che nasconde, ad appena 2 Km, un monastero ortodosso! Ideale per una bella e rilassante vacanza.

Escursioni giornaliere fuori Budva

Budva non solo è una popolare destinazione per chi vuole fare delle escursioni giornaliere, ma è perfetta anche come città di partenza per esplorare tutto il Montenegro.

In un’ora potresti ritrovarti a Kotor, la porta d’accesso alla bellissima baia omonima. Esplora il centro storico murato e sali sull’imponente fortezza.

Dubrovnik, oltre il confine croato, è distante circa 2,5 ore di auto e, mentre non è molto adatta da visitare tutta in un solo giorno, è comunque un luogo da non perdere.

Qui puoi fare molte attività che includono prendere il sole, navigare nelle isole vicine o persino noleggiare il kayak.

Per un indimenticabile tour di un giorno, potresti recarti anche in uno dei paesi meno esplorati d’Europa: l’Albania.

Gli autobus pubblici partono ogni giorno per tutte le destinazioni sopra indicate.

Conclusione

Se siete alla ricerca di un luogo dove prendere il sole e rilassarvi in alcune tra le spiagge più belle del Montenegro, Budva è la destinazione perfetta per voi. Troverete anche un sacco di vita notturna e di attività per tenervi occupati, oltre a un’ottima cucina e a splendide attrazioni turistiche nei dintorni.

Booking.com
error: Content is protected !!