Home Email Scroll Top

Cosa vedere in Montenegro

Organizzare le vacanze è sempre un momento di grande divertimento. Immaginare luoghi dove poterci rilassare, con una natura rigogliosa a farci da cornice, tante attrazioni turistiche da condividere con la famiglia e gli amici, e giornate all’insegna del vero rilassamento è già una buona base per staccare la spina.

Decidere se passare le nostre giornate a conoscere nuove spiagge, a ritrovarci in luoghi di pellegrinaggio o di fronte a monumenti di grande valore storico ed artistico sarà il massimo dell’impegno.

Ma se invece vogliamo racchiudere tutte queste esperienze in un’unica esperienza di viaggio, allora dobbiamo assolutamente visitare il Montenegro.

Questo Paese, che davvero riesce a racchiudere tante tipologie di vacanze e di visitatori, solo negli ultimi anni è diventata una meta turistica; una vacanza low cost che non si ferma solo alla scoperta di Podgorica, capitale del Montenegro con il suo affascinante centro storico, o di Budva, capitale del turismo, ma che offre molto di più.

Un viaggio fra le tante cosa da vedere non può che iniziare dai suggestivi fiordi, le Bocche di Cattaro, tanto affascinanti da essere spesso paragonati a quelli norvegesi. Raramente ci potrà capitare di osservare una rete di insenature così emozionali, saranno davvero un quadro dipinto nel cielo più blu!

E se amiamo la natura incontaminata e le viste mozzafiato non potremo che perderci nelle acque del lago di Scutari, il lago più grande dei Balcani, o passeggiare, con adeguate scarpe comode, nei tanti sentieri del Parco Nazionale di Durmitor. La bellezza incontaminata dei suoi paesaggi si è meritata addirittura la tutela dell’Unesco! E se poi ci aggiungiamo la straordinaria fauna che vi abita non possiamo che prenderci del tempo per visitarlo.

Booking.com

Anche il mare fa da padrone in Montenegro: oltre alle ampie spiagge, ancora incontaminate e circondate da una natura dove la mano dell’uomo ha influito poco, si potranno visitare l’isoletta della Madonna dello Scalpello, particolarmente amata dai montenegrini per la sua storia al limite della leggenda, e l’isolotto artificiale di Sveti Stefan – Santo Stefano – ad un paio di chilometri da Budva. Questo piccolo villaggio di pescatori si è trasformato in un resort extra lusso, dove una clientela piuttosto elitaria ama passare le sue giornate all’insegna della più totale privacy.

Tanti poi i monumenti che porteranno quella parte culturale e religiosa alla nostra vacanza; attraversare il Ponte del Millennio, osservare la Torre dell’Orologio o trattenere il fiato di fronte al Monastero di Ostrog o a alla Cattedrale della Resurrezione sarà il modo più adeguato di terminare la nostra esperienza.

Il Montenegro riesce davvero a regalare tanto, sia dal punto di vista naturalistico che da quello artistico, ma per visitarlo tutto, con i giusti tempi, dovremo avere a disposizione almeno due settimane. Quattordici giorni comunque veramente ben spesi. E che lasceranno dei ricordi indimenticabili.

Decidere di visitare il Montenegro significa fare un vero viaggio alla scoperta di luoghi fermi nel tempo, dove tradizioni radicate si andranno ad unire alla mescolanza di religioni ed etnie. Una conoscenza che susciterà meraviglie ed emozioni difficili da riprovare in altri luoghi.

Herceg Novi

location pin2 Herceg Novi | Mappa

Castelnuovo è una cittadina turistica di prim’ordine. Si trova lungo la Costa Adriatica, nella Dalmazia Meridionale, proprio all’ingresso delle Bocche di Cattaro.

La visita di Herceg Novi potrebbe portare via anche un solo giorno, viste le dimensioni ridotte, ma se vogliamo immergerci completamente nella sua atmosfera dovremmo fermarci almeno un paio di giorni.

Il primo giorno per perderci fra le bellezze del centro storico, la città vecchia: ogni angolo racchiude una parte di storia, di dominio serbo, italiano e ottomano; non mancheranno comunque tanti bar e ristoranti per goderci un aperitivo o una buona cena nella tranquillità tipica di questa piccola città. Il punto d’incontro sarà sempre senza dubbio Piazza Belavista con la sua incantevole chiesa, la fontana centrale e la vista sulla baia.

Il secondo per goderci il mare nelle spiaggette più famose. Bla Bla Beach, Spiaggia Rafaelo, Zalo, c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Dobbiamo ricordarci però che nei mesi più caldi sono sempre super affollate ed a pagamento, perciò meglio arrivare di prima mattina e magari prenotare i lettini in anticipo.

Booking.com

Kotor

location pin2 Kotor | Mappa

La pittoresca città di Kotor è la terza più grande del Montenegro. A ridosso delle Bocche di Cattaro, rimane incredibilmente incastonata come a risplendere del suo scenario; anche se ancora non è poi una meta turistica così nota a noi italiani.

Il suo centro è un vero e proprio triangolo che si affaccia sul mare, con mura possenti e difensive a delimitarne i contorni; se ci immergiamo nelle viuzze e nelle stradine più antiche possiamo godere di una vista davvero suggestiva: il mare contornato dalle Alpi Dinariche a strapiombo lascia davvero senza fiato!

L’ingresso principale della cittadina è la Porta del Mare, costruita nel cinquecento durante la dominazione veneziana; una volta attraversata ci ritroveremo in Piazza D’Armi: i tanti eleganti caffè e i raffinati monumenti renderanno la nostra passeggiata un vero e proprio salto nel passato. A monopolizzare l’attenzione ci sarà comunque la Torre dell’Orologio, decisamente più basilare rispetto ad altre Torri dell’Europa dell’est ma pur sempre di grande fascino.

Budva

location pin2 Budva | Mappa

La città di Budva è la meta ideale di chi ama le vacanze divertenti fra sole, mare e natura. Un location ancora piuttosto economica dove si possono trovare hotel di tutti i prezzi, e per questo scelta spesso dai ragazzi più giovani o dalle coppie senza figli.

Il cuore della cittadina, la Citadela, prende il nome dalla fortezza principale ed è un insieme di vicoli, fontane, scalinate e chiesette. Da visitare assolutamente quella di Sveti Ivan!

Ma Budva, come abbiamo detto, è anche e soprattutto vivacità, movida notturna, spiagge lunghissime e mare cristallino!

In estate si riempie di ragazzi per serate all’insegna della musica, bevute e locali dove poter far tardi; tutto per nulla costoso o snob. E di manifestazioni, concerti e festival, per rallegrare le vacanze dei tanti turisti arrivati dalle città vicine.

Booking.com

Podgorica

location pin2 Podgorica | Mappa

millenium bridge podgorica montenegro

Podgorica è una delle capitali più giovani d’Europa. Non viene ancora apprezzata e visitata come le più famose colleghe ma può in egual modo regalare tanto ai visitatori che decidono di scoprirla.

Nel momento che arriviamo in questa città non possiamo evitare di fermarci ad osservare i vari fiumi che la attraversano, passeggiando lentamente per le loro rive.

Le più belle sono senz’altro quelle del fiume Ribnica, con tratti alberati e sentieri in pietra, vicinissime alle vie dei negozi, dei ristoranti e dei bar.

Anche i ponti che attraversano questi fiumi col tempo hanno preso una certa importanza; il Millennium Bridge, ad esempio, grazie al suo grande valore simbolico, è diventato una vera e propria attrazione turistica: i 173 metri d’acciaio uniscono le due sponde del fiume Moraca, e la sera, quando viene illuminato, si trasforma in un vero e proprio gigante luminoso e suggestivo.

Vicino al ponte non potremo perderci la statua di Vladimir Visotsky, cantautore importante di cui i montenegrini vanno fieri.

Ma l’attrazione più importante di tutta la città è senza dubbio la Capitale della Resurrezione, edificio religioso di rito serbo-ortodosso con due torri campanarie ed al centro una croce dorata.

Se invece vogliamo trovare una sfumatura più spensierata della vacanza o portare con noi i ragazzi, potremo trovare gratificazioni nel visitare una parte precisa di Podgorica; Novi Grad, la città nuova, è incredibilmente moderna, con vie dedicate alla vita notturna e una serie di locali dove poter chiacchierare, bere un drink o conoscere gente nuova.

Una capitale giovane, ma non per questo noiosa.

Tivat

location pin2 Tivat | Mappa

La città di Tivat si affaccia sulla Costa Adriatica montenegrina, nei pressi delle Bocche di Cattaro.

Se decidiamo di visitarla dobbiamo assolutamente partire da Porto Montenegro, il porto turistico per eccellenza, che spesso fa paragonare questa cittadina a quella di Monaco!

Tutto qui parla di mare: il museo del patrimonio navale, l’isola di Prevlaka, un vero e proprio paradiso di tranquillità, l’isola di Sveti Marko, raggiungibile dalla spiaggia di Belani, tutto è riconducibile ad una vita dedita alla pace ed al relax.

Se invece abbiamo bisogno di più adrenalina e ricerchiamo l’avventura potremo arrivare al Parco di Zupa, nella parte sud della città, e girare fra i tanti edifici abbandonati che ne fanno da protagonisti.

Non un gran tour quello di questa città, le attrazioni sono piuttosto limitate, ma di certo l’atmosfera rilassata e semplice ci farà del tutto innamorare.

Booking.com

Bar

location pin2 Bar | Mappa

Bar è un piccolo e delizioso borgo affacciato sull’Adriatico, nella parte occidentale del Montenegro.

Ancora oggi è il vero punto d’attracco di barche e navi, il porto di riferimento dell’intero Paese.

Nel corso della storia questa cittadina è stata luogo d’incontro fra la religione musulmana e quella cristiana; la forte unione viene ben evidenziata nel giorno del Santo Patrono, San Giovanni Vladimir, quando musulmani, ortodossi e cristiani trasportano da Bar fino al Monte Rumija una grande croce. Un vero e proprio pellegrinaggio per ricordare questo Santo ucciso nel 1215.

Visitare la Cattedrale centrale, dedicata proprio a Vladimir, sarà toccare con mano un grande senso di religiosità, ma anche un grande esempio di architettura balcanica: il maestoso edificio di colore bianco e oro preserva manufatti fortemente legati al Santo.

Questa parte della città, chiamata stari Bar, che raccoglie altre importanti Chiese, come quella di S. Nicola, può lasciare però ben presto il posto alla parte più moderna, Bar Nuova, percorrendo soltanto 800 metri di dislivello. La vista sarà fantastica: da una parte la lucentezza del Mare Adriatico, dall’altra la maestosità del lago di Scutari!

Potremo decidere con tranquillità se fare un’escursione naturalistica intorno al lago o rilassarci su una delle tante, e ricordiamolo, affollate, spiagge di questa cittadina del litorale adriatico.

Cetinje

location pin2 Cetinje | Mappa

Cetinje è soprattutto conosciuta per essere stata l’antica capitale reale del Montenegro. Appoggiata delicatamente in una vallata ma circondata da asprissime montagne, questa città di distingue per l’alternarsi di moderne villette e maestosi palazzi.

Passeggiando per le sue vie potremo assaporare di certo una parte di storia ma una volta arrivati di fronte alle tante villette colorate rimarremo incantanti dalla peculiarità dell’architettura. Due esempi lampanti: il Palazzo Azzurro, attuale sede del Presidente del Montenegro, ed il Museo Narodni Muzej Crne Gore, con all’interno opere d’arte e reperti archeologici.

Cetinje, nonostante non venga considerata una delle città più visitate dagli stranieri, consente di scoprire il lato più autentico del Montenegro: conoscere senza fretta le strade cittadine e le piccole viuzze ci farà sentire nell’immediato parte del luogo.

Qualsiasi sia la nostra scelta sarà di certo quella giusta.

Booking.com

Perast

location pin2 Perast | Mappa

perast montenegro

Perast è un piccolissimo Comune del Montenegro, che racchiude poco più di 360 abitanti. Situata lungo le Bocche di Cattaro, viene usata spesso come base per visitarle, o come luogo in cui rilassarsi dopo essersi persi nel contatto con la natura.

Perasto è davvero una piccola perla, un villaggio di pescatori circondato da dieci torri di avvistamento del XVI secolo ed una fortezza dalla posizione strategica.

Se siamo alla ricerca di una meta più tranquilla e meno affollata, con diverse attrazioni turistiche e spirituali, come la chiesa di S. Nicola o il Monastero benedettino della vicina isola di Giorgio, siamo arrivati a destinazione.

Ulcinj

location pin2 Ulcinj | Mappa

Ulcinj – Dulcigno in italiano – è una delle principali mete turistiche montenegrine economiche sul mare. Situata quasi al confine con l’Albania, è stata per anni una dei principali centri abitati di albanesi del Montenegro, divenendo poi col tempo una meta estiva anche per italiani e per gli europei in generale.

La spiaggia più bella e frequentata, dove ogni anno famiglie, ma anche gruppi di giovani, si radunano per passare le vacanze è quella di Velika Plaza: una grande striscia di sabbia, 14 chilometri, situata a sud della città.

Il centro storico invece non offre molto: un terremoto nel 1979 lo ha quasi distrutto completamente. Ma se vogliamo comunque trovare una parte di storia in questa cittadina potremo visitare il vecchio castello a picco sul mare, sempre di grande suggestione.

Sveti Stefan

location pin2 Sveti Stefan | Mappa

cosa vedere a sveti stefan budva

Sveti Stefan è collegata al Montenegro da una piccola striscia di terra, a pochissimi chilometri da Budva. Nasce come un piccolo villaggio di pescatori ma è stato trasformato negli ultimi in un lussuosissimo resort a 5 stelle, conosciuto con il nome di Aman Sveti Stefan.

In poco tempo la sua fama ha superato i confini del Paese diventando una location così esclusiva, così elegante, con una ricerca della privacy quasi ossessiva, da aver ospitato addirittura celebrità del mondo dello spettacolo hollywoodiano.

Il resort ha anche una parte sulla terraferma, la famosa Villa Milocer, con ampie e raffinate suite extralusso.

Booking.com

Bocche di Cattaro

location pin2 Bocche di Cattaro | Mappa

Se amiamo le viste immense, la natura selvaggia e le emozioni che tutto questo ci fa suscitare dobbiamo assolutamente visitare le Bocche di Cattaro.

Un luogo quasi incontaminato, per nulla chiassoso, ideale per chi cerca tranquillità ed un forte contatto con la madre terra.

Le Bocche di Cattaro sono una splendida baia, detta anche La sposa dell’Adriatico per la sua bellezza, caratterizzata da pittoresche insenature. Un vero e proprio spettacolo che lascia a bocca aperta ogni visitatore, indipendentemente dalle volte in cui ci torna.

Questo fiordo viene considerato il più meridionale d’Europa, e viene paragonato spesso ai più conosciuti cugini norvegesi, grazie al suo paesaggio suggestivo e di grande impatto.

Madonna dello Scalpello

location pin2 Gospa od Škrpjela | Mappa

L’isola della Madonna dello Scalpello è l’unica isoletta artificiale dell’intero Adriatico.

Una leggenda precede la sua fama: si narra che nel 1452 sullo scoglio che dà origine all’intera isola venne ritrovata un’immagine della Madonna. I pescatori locali allora iniziarono a costruire un Santuario in onore di Maria Vergine e a depositarvi materiali fino ad ottenere la forma a scalpello che tanto conosciamo.

Ad oggi vi troviamo una Chiesetta che racchiude opere di artisti locali e stranieri, anche italiani, un museo e un piccolo negozio di souvenir.

Di fronte all’isola se ne potrà osservare un’altra, naturale, S, Giorgio, che ospita un monastero ed un antico cimitero della nobiltà di Perast.

Lago di Scutari

location pin2 Lago di Scutari | Mappa

lago di scutari montenegro

Se abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze in Montenegro, il lago di Scutari sarà di certo una tappa obbligata.

Questa vera e propria perla dei Balcani ha una superficie che arriva ai 500 chilometri nella stagione piovosa, con oltre 50 sorgenti che contribuiscono ad arricchirla.

L’area del lago, che si trova fra Podgorica e Scutari, e da qui il nome, è un’incredibile parco nazionale, ed uno dei più importanti habitat per gli uccelli palustri di tutta l’Europa.

Grazie alle caratteristiche del clima ed alla sua posizione geografica, riesce infatti a racchiudere circa 270 specie di volatili, tra cui il raro pellicano riccio e il bellissimo cormorano pigmeo. Per non parlare poi delle 842 specie di alghe e le innumerevoli specie di lumache d’acqua dolce; una ricchezza che rende questo parco una delle zone protette più conosciute ed apprezzate di tutto il Continente.

Ma il lago di Scutari non è solo una maestosità naturale: in passato è stato un punto d’incontro di diverse civiltà che hanno donato un patrimonio storico, culturale ed artistico di grande interesse.

Sulle isole del lago infatti potremo visitare chiese, monasteri e fortificazioni medievali del XIV secolo.

Booking.com

Monastero di Ostrog

monastero di ostrog montenegro

Questo monastero è il luogo di pellegrinaggio più conosciuto di tutto il Montenegro.

Dedicato a S. Basilio, del culto ortodosso, è stato fondato da lui stesso nel XVII secolo, anche se l’attuale aspetto è stato modificato dopo che negli anni venti un incendio lo distrusse quasi completamente.

Nonostante sia un luogo di preghiera soprattutto per gli ortodossi, si racconta che le proprietà guaritrici delle reliquie del Santo siano riconosciute anche da musulmani e cattolici, dando al luogo ancora più valore religioso e spirituale.

Raggiungere il monastero però non è semplicissimo: dovremo percorrere un bel tratto di montagna che risulta spesso isolato, ma che poi ci ripagherà con la bellezza maestosa e profonda dell’edificio.

Incastonato sulla montagna, corposo, imponente, affacciato a picco su una vallata, sarà davvero una visione quasi mistica.

Attraversando le grotte strette e buie ci ritroveremo di fronte a scalinate e mosaici di grande effetto, ed a monaci che ci coinvolgeranno con le loro usanze e gli antichi riti.

Davvero un luogo suggestivo, che non potremo fare a meno di mettere in elenco. Ne usciremo rigenerati.

Monte Lovcen

location pin2 Monte Lovcen | Mappa

Il Monte Lovcen, Monte Leone in italiano, viene definito la terrazza panoramica del Paese. Dalla sua cima infatti si potrà ammirare un paesaggio suggestivo che intreccia il verde intenso della vegetazione con l’azzurro più vivido del mare. Nelle giornate più limpide, oltre alla meravigliosa baia di Kotor, si potrà vedere addirittura anche l’Italia!

Il monte si trova nel Parco nazionale Lovcen, nei pressi delle Bocche di Cattaro, e nella sua vetta ospita, oltre alla veduta, il mausoleo di Petar Petrovic Njegos, uno dei personaggi più importanti della cultura del Montenegro. Raggiungerlo sarà un bell’impegno, ben 461 gradini da salire, ma questo non demoralizza i tanti turisti che ogni anno vi arrivano.

Parco Nazionale del Durmitor

parco nazionale di durmitor montenegro

Il Parco del Durmitor è il parco più grande fra i cinque presenti nel Montenegro, e si estende lungo il confine del Paese e la Bosnia-Erzegovina.

La natura incontaminata fa davvero da padrone, e, armati di scarpe super comode, e perché no, vestiti caldi visto il cambiamento di temperatura in altitudine, potremo osservare davvero meraviglie uniche.

Il Parco infatti accoglie ben 7 laghi glaciali, con il Lago Nero a fare da apripista, il canyon più profondo d’Europa, la gola del fiume Tara, e 40 cime a più di 2000 metri.

Davvero uno spettacolo della natura che ci fa fare i conti con la sua maestosità e con la nostra piccolezza.

Proprio grazie a queste unicità nel 2005 l’intero parco è divenuto Patrimonio mondiale dell’UNESCO, nonostante la gola del fiume Tara lo fosse già dal 1977.

Canyon del Fiume Tara

Il canyon del fiume Tara viene considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo.

Si trova all’interno del Parco del Durmitor ed è la gola più lunga d’Europa, seconda solo al Grand Canyon.

Lungo il suo percorso, di oltre 82 km, potremo perderci nella bellezza delle sue cacate, oltre 40, e nella purezza della sua acqua. La loro trasparenza è talmente incredibile da averle soprannominate le Lacrime d’Europa.

Se vogliamo osservare al massimo lo spettacolo del Canyon dovremo arrivare alla riva del fiume. Rimarremo senza fiato.

Quando andare in Montenegro

Il Montenegro è un Paese davvero visitabile tutto l’anno. Oltre alla natura incredibile e maestosa è ricca di storia e questo può rendere la vacanza piacevole in ogni stagione. Le temperature più fredde non ci impediranno di perderci nei vari monasteri o nelle torri più antiche!

Ma se proprio vogliamo scegliere dei mesi più gradevoli, dove il clima c’è di aiuto e possiamo girare senza un rischio eccessivo di piogge, i mesi che vanno da aprile a settembre sono i più adeguati. Sempre bene ricordare però, soprattutto per le località lungo la costa, che durante i periodi più caldi come luglio ed agosto, le spiagge si riempiono di turisti: trovare parcheggio o una sistemazione vicino alla riva potrebbe divenire piuttosto complicato.

Come muoversi in Montenegro

Il Montenegro è un Paese piuttosto piccolo, e spostarsi all’interno per visitare le varie cittadine potrebbe sembrare abbastanza facile.

Purtroppo non è sempre così.

La costa è quella che regala trasporti più semplici: fra aeroporti, treni e bus muoverci sarà piuttosto agevole.

Nell’entroterra, molto più selvaggio, ci vuole invece sicuramente più tempo ed attenzione.

Il mezzo più consigliato dunque è l’automobile, o al massimo la motocicletta: permettono di percorrere lunghi tratti, anche incontaminati, in maniera veloce e senza troppe difficoltà.

Conclusione

Se siete alla ricerca di una nuova ed emozionante destinazione da esplorare quest’estate, vi consigliamo vivamente di recarvi in Montenegro. Con i suoi panorami montani mozzafiato, le spiagge incantevoli e la cultura vivace, c’è qualcosa per tutti in questo piccolo ma grazioso Paese dei Balcani.

E non dimenticate la vita notturna: Budva merita sicuramente una visita!

Se avete bisogno di aiuto per iniziare la vostra avventura in Montenegro, date un’occhiata alla nostra lista delle migliori cose da fare e da vedere in Montenegro.

Ci vediamo lì!

Booking.com
error: Content is protected !!